home Legis La convivente more uxorio deve lasciare la casa del compagno deceduto alla moglie separata e alla figlia in quanto eredi

La convivente more uxorio deve lasciare la casa del compagno deceduto alla moglie separata e alla figlia in quanto eredi

La convivente more uxorio deve lasciare la casa del compagno deceduto alla moglie separata e alla figlia in quanto eredi.

Per le relazioni antecedenti la legge sulle unioni civili (76/2016), infatti, non è riconosciuto il diritto a permanere nella casa del compagno. In seguito alla Cirinnà, invece, la permanenza è concessa per il tempo necessario a trovare una nuova sistemazione, ma non oltre cinque anni, periodo modulabile in base alla durata della convivenza e altri parametri, come la presenza di figli minori o disabili.

Lo ha precisato la Corte di Cassazione, terza sezione civile, nella sentenza n. 10377/2017 rigettando il ricorso di una donna condannata in sede di merito al rilascio di un immobile detenuto sine titulo a favore della moglie e della figlia del suo convivente separato.

Commenti Facebook

Rispondi

Studio Govinda

Naturopatia, Massaggi, Yoga

Visita adesso

Close